La carenza di vit.B12 in gravidanza conduce ad obesità nella prole.

novembre 21, 2016

La carenza di vit.B12 in gravidanza conduce ad obesità nella prole.

Una nuova ricerca presentata alla recente Conferenza annuale della Società Britannica di Endocrinologia, afferma che la carenza di vitamina B12 durante la gravidanza può predisporre i bambini a problemi metabolici come il diabete di tipo 2. In particolare, i ricercatori hanno scoperto che i bambini nati da madri con carenza di vitamina B12 hanno livelli di leptina più elevati del normale. Questo suggerisce che la carenza di vitamina B12 materna può negativamente programmare il gene leptina, cambiando i livelli in cui l’ormone è prodotto mentre il feto cresce.

La leptina è l’ormone che segnala la sazietà dopo aver mangiato, e alti livelli sono stati precedentemente trovati nelle persone obese. Questo può eventualmente portare a resistenza alla leptina, ha un contino eccesso di cibo, e a un relativo aumento del rischio di insulino-resistenza, che può a sua volta portare al diabete di tipo 2. Questa è la prima volta che la vit.B12 materna è stato collegata alla leptina, un fattore metabolico di rischio. Quindi la carenza di vitamina B12 materna può influenzare il metabolismo dei grassi e contribuire a questo rischio.

La vitamina B12 si trova naturalmente nei prodotti di origine animale, tra cui il pesce, la carne, il pollame, le uova, e il latte, il che significa che la carenza è più probabile in quelli che seguono una dieta vegana.

La carenza di vitamina B12 materna a 28 settimane di gravidanza è stata collegata a una insulino-resistenza nella prole e si è inoltre osservato che le madri con bassi livelli di vitamina B12 avevano un indice di massa corporea più elevato (BMI) e avevano più probabilità di avere bambini con basso peso alla nascita e / o livelli elevati di colesterolo.

I ricercatori hanno ipotizzato che i livelli di B12 materni siano  correlati con i livelli di leptina in utero, e quindi hanno studiato l’associazione tra i livelli materni di vitamina B12 e di leptina nel tessuto adiposo materno,  nel  tessuto placentare, e nel sangue del cordone ombelicale.

Le donne con livelli di B12 inferiori a 191 ng / L avevano anche significativamente più elevate concentrazioni di trigliceridi e di colesterolo LDL livelli più alti rispetto a quelle donne che non erano carenti di vitamina B12.

Si pensa che la carenza di vitamina B12 materna possa influenzare negativamente la programmazione  del gene della leptina, cambiando i livelli dell’ormone  mentre il feto cresce.