Scuola di Omeopatia: I tre rimedi omeopatici della sonnolenza costante

agosto 30, 2017

Scuola di Omeopatia: I tre rimedi omeopatici della sonnolenza costante

Antimonium tartaricum: Tendenza invincibile al sonno con debolezza estrema e tremori degli arti, durante gli stati polmonari acuti. Molti rantoli ma poco espettorato. Respirazione rumorosa, dispnea intensa. Nausee costanti e vomiti faticosi che non alleviano. Vertigini sollevando la testa dal cuscino.
Nux moschata:occhi costantemente chiusi: non pensa a niente ed è indifferente a tutto. Umore mutevole. Tendenza a star male a ogni istante. Secchezza estrema della bocca senza sete (Apis). Dilatazione eccessiva dello stomaco e dell’addome durante i pasti o immediatamente dopo.
Nux vomica: Sonnolento dopo i pasti, dorme male di notte. Sensazione di gran peso allo stomaco un’ora dopo aver mangiato, molto gonfio, obbligato a slacciarsi i vestiti e tendenza invincibile al sonno. I vomiti, spesso provocati, alleviano. Migliora dopo un breve sonno che risulta ristoratore.”

da “Omeopatia scienza dell’ individuo” edizioni Mediterranee autori Sponzilli, Di Paolo..