Omeopatia e menopausa

Posted by on Febbraio 25, 2015

Omeopatia e menopausa

L’omeopatia è un grande alleato per le donne in menopausa. Allevia sintomi come vampate di calore, sudorazione, irritabilità, nervosismo, depressione e molti altri.

Cimicifuga racemosa
È una pianta che è stata usata dagli aborigeni d’America e successivamente in Europa nelle patologie femminili.
Allevia vampate di calore, riduce gli stati di eccitazione nervosa e depressivi delle donne in menopausa, allevia emicrania e disturbi cardiovascolari come palpitazioni e tachicardia.

Ignatia amara
E’ usata per il trattamento degli sbalzi d’umore, agisce direttamente sulla psiche in casi di depressione, irritabilità e disturbi del sonno legati ad irrequietezza.
Ignatia amara tratta i disordini del sistema nervoso in particolare per quanto ci si riferisce alle emozioni e situazioni paradosse che influenzano l’umore delle donne durante la menopausa.
Ignatia ci aiuta anche nelle emicranie e irregolarità del ciclo mestruale che sono spesso accompagnate da crampi nel basso addome.
Ignatia contiene alcaloidi, tra cui stricnina in grado di migliorare gli stati di debolezza e di esaurimento e agire positivamente sulla sfera sessuale.

Lachesis Mutus
Il veleno del serpente, Lachesis, è utilizzato nei disturbi vasomotori, come vampate di calore che sembrano brividi, palpitazioni o mal di testa.
Lachesis mutus agisce anche per riequilibrare la sfera psico-emotiva come stati d’ansia, depressione, oppressione e insonnia che si verificano nelle donne a causa di squilibri.
Le sostanze attive nel veleno sono sopratutto peptidi ed enzimi. I peptidi sono neurotossici ed inibiscono i canali ionici o i recettori della membrana cellulare mentre gli enzimi possiedono caratteristiche proteolitiche, coagulanti, citolitiche o emolitiche. Certamente qui predomina l’effetto proteolitico, citolitico e l’influenza sulla coagulazione del sangue e sugli effetti neurologici

Sanguinaria
Sanguinaria canadensis sviluppa il suo effetto in tutto il livello somatico. Sanguinaria ha un’attività vasomotoria quindi è molto efficace in diversi tipi di mal di testa, emicrania specialmente durante le mestruazioni. E’ efficace nelle vampate dove l’afflusso di sangue (rossore del viso e del collo) e l’attività del cuore sono accelerati.
Anche le metrorragie o i prolungati sanguinamenti di cui alcune donne in pre-menopausa rispondono bene al trattamento con Sanguinaria.

Sepia officinalis
L’omeopatia utilizza il contenuto della sacca dell’inchiostro essiccata della Sepia officinalis.
Sepia officinalis viene utilizzata principalmente nelle donne in cui è evidente uno squilibrio tra gli ormoni delle ghiandole surrenali, sessuali e l’ipofisi.
Sepia ha la sua azione centrale sulla psiche, nella depressione, irritabilità e apatia. Ma Sepia ha effetti positivi sul corpo sulle sudorazioni localizzate, vampate di calore, mal di testa, edema venoso, menorragia, stanchezza e affaticamento.
Come curiosità esponiamo il possibile meccanismo d’azione di Sepia. Sepia nella sua composizione contenente diversi sali (carbonato di calcio, carbonato di magnesio, solfato di sodio e cloruro di sodio), contiene anche pigmenti di melanina e tracce di ferro. La melanina è un prodotto di polimerizzazione sintetizzato a partire da un aminoacido la tirosina e da un prodotto intermedio la diidrossifenilalanina (DOPA). DOPA è al tempo stesso una sostanza intermedia nella sintesi delle catecolamine, dopamina, noradrenalina e adrenalina nelle cellule nervose e surrenaliche.
Si è ipotizzato che un disturbo nel livello dopamina nell’omeostasi complessiva può portare a depressione. Ed anche si discute sulla partecipazione della dopamina, noradrenalina e altri neurotrasmettitori nella regolazione termica come causa delle vampate di calore.